Anno 1000   Chiesa = potere universale che si oppone al potere imperiale e poi alle monarchie nazionali

1054 Separazione della chiesa d’Oriente da quella d’Occidente

1200 Papa Innocenzo III – Teocrazia, supremazia del potere spirituale su quello temporale

Conflitto tra Filippo il Bello re di Francia e papa Bonifacio VIII = scontro tra monarchie nazionali e

teocrazia – vince il re

1309 Clemente V trasferisce la curia ad Avignone = decadenza dell’universalismo religioso e

affermazione del nazionalismo

1377 Ritorno del papato a Roma, ma persiste ancora l’influenza della corte francese

1378-1417 Scisma = si formano due correnti con due papi diversi Urbano II e Clemente VII

Età dei concili = autorità superiore ad entrambi i papi

1409 Concilio di Pisa – elezione di tre papi contemporaneamente

1414 Concilio di Costanza – Elezione di Gregorio XII

Trionfo della dottrina del conciliarismo, fine dello scisma e

supremazia del concilio

1431 Concilio di Basilea – Conclusione del conflitto = Centralizzazione del potere religioso

– sconfitta del conciliarismo

Si sviluppa l’eresia di John Huss in Boemia = riprende le idee di Wyclif contro il clero e il potere

temporale della chiesa –Viene condannato al rogo e

l’eresia domata

La chiesa si allontana dai compiti pastorali e si dirige verso la politica

Erasmo da Rotterdam = condanna la corruzione e l’immoralità della chiesa – chiede il rinnovamento

della teologia, ma rimane entro la dottrina cattolica e non ne mette in dubbio gli insegnamenti

La Chiesa  inizia la vendita delle indulgenze per necessità finanziarie = offre la salvezza eterna e la

redenzione dei peccati  in cambio di pagamenti in denaro

Martin Lutero = monaco agostiniano (concezione pessimistica dell’uomo)

Denuncia l’immoralità della Chiesa  a causa della vendita delle indulgenze

1517 Pubblicazione delle 95 tesi alla cattedrale di Wittenberg : nega la validità delle

indulgenze e la validità dei sacramenti( eccetto battesimo ed eucarestia), afferma che il

pontefice è secondario alle scritture poiché Dio fa conoscere la sua volontà attraverso i

vangeli ( sacerdozio universale )

1521 Dieta di Worms – si rifiuta di ritrattare

La sua dottrina acquista caratteri specifici :

– La non validità dei sacramenti

-Il servo arbitrio – Dio concede la salvezza per misericordia indipendentemente dalle

nostre azioni

-La salvezza per sola fede

Il sacerdozio universale – traduce la Bibbia in tedesco in modo che tutti possano

conoscere la volontà di Dio

Altri riformatori : Carlo Stadio = estremizza le idee di Lutero

Zwingli = Svizzera – afferma l’esigenza di una centralizzazione e riforma del potere

della chiesa – Fa aderire la città di Zurigo alla Riforma, ma poi viene sconfitto

Calvino = Francia, Estremizzazione della Riforma – afferma la doppia predestinazione

operata  da Dio, una parte dell’umanità verrà salvata mentre l’altra

condannata,  bisogna rendersi fieri della sua scelta in vita

– Trasforma la città di Ginevra in senso integralmente evangelico ,

creazione di una nuova intolleranza religiosa

Le parole di Lutero vengono prese alla lettera dai ceti più poveri:

Thomas Muntzer = 1524 Rivolta dei contadini – lega il movimento con il Vangelo

Predica contro la corruzione ecclesiastica ed esige una redistribuzione della ricchezza

Movimento anabattista –  iniziano formando bande armate nella Selva Nera e

attaccando i nobili tedeschi = Lutero deve scegliere se schierarsi con i contadini o

appoggiare i nobili: Sceglie la nobiltà, permettendo così al movimento protestante

di non fallire come i precedenti avendo l’appoggio dei potenti

Le rivolte così vengono domate grazie all’unione dei nobili

1529 I nobili si dividono nuovamente – protestano (da qui il termine protestanti) -Dieta di Spira

1555 Pace di Augusta = i principi possono scegliere quale fede seguire, ma si afferma il principio di eius

regio eius religio – stessa fede, imposta e scelta, dal re, quindi non una vera libertà religiosa

La chiesa reagisce alla riforma dando spazio a tendenze riformatrici, e con l’abbandono di

atteggiamenti troppo politici:

avvio della Controriforma o Riforma Cattolica (diverse interpretazioni – Benedetto Croce), caratterizzata

da una dimensione -dottrinale = Concilio di Trento 1545-1563 – occasione per ribadire tutti i principi

della dottrina cattolica, che vengono ad identificarsi nel

catechismo tridentino

-spirituale= Formazione di nuovi ordini religiosi: i Gesuiti (fondati da Ignazio di

Loyola) – Compagnia di Gesù, spirito combattente della fede e idea di

obbedienza al Papa; divisi in due correnti: i collaboratori dei sovrani e i

manifestanti della solidarietà umana.

Nel 1700 l’ordine viene sciolto perché troppo potente

Altri ordini poveri: Deatini, Cappuccini, Barnabiti

-repressiva = Inquisizione, ordine del Sant’Uffizio

Indice dei libri proibiti

Gli intellettuali del periodo non possono più esprimersi: Giordano Bruno, Tommaso Campanella, Galileo

Galilei, Paolo Sarpi …

Controriforma = non è un fenomeno universale di espressione dell’animo ma ha un fine pratico:

-sostiene un’istituzione storicamente definita

– mantiene religiosamente unita un’Italia politicamente frammentata

-rafforza la Chiesa

Annunci